Fondo Perduto per Startup Innovative Emilia Romagna

L’obiettivo di questo contributo fondo perduto per le startup innovative è quello di sostenere lo sviluppo e il consolidamento nel territorio regionale di startup innovative che realizzano investimenti connessi a risultati di ricerca o nuovi prodotti innovativi con lo scopo di rafforzare il posizionamento dell’impresa sul mercato interno ed internazionale con particolare attenzione agli obiettivi di sostenibilità ambientale e di innovazione nella fruizione di beni e servizi collettivi.

SCHEDA BANDO STARTUP INNOVATIVE

BENEFICIARI

Start up innovative costituite di micro e piccola dimensione, iscritte alla relativa sezione speciale del registro imprese

con sede operativa attiva in Emilia Romagna (o sede da attivare in caso di finanziamento)

AGEVOLAZIONE

40 per cento

Contributo a fondo perduto del 40% delle spese sostenute

contributo massimo 150.000,00 €.

Spesa minima di € 100.000, (dimezzata in caso di Imprese Culturali Creative)

PREMIALITA’
Il contributo viene aumentato del 10% nel caso in cui i progetti proposti prevedano l’assunzione di almeno una persona con
contratto a tempo indeterminato, a tempo pieno e stabilmente collocata nell’unità locale nella quale si realizza il progetto.

Il contributo viene aumentato del 5% punti percentuali

  • qualora l’attività di impresa del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o
    giovanile in termini di partecipazione finanziaria al capitale sociale
  • nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle unità locali dove si realizza
    l’intervento, nelle aree montane o nelle Aree Interne
  • nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle unità locali dove si realizza
    l’intervento, nelle aree dell’Emilia-Romagna c.d. AREE
    107.3.C

INVESTIMENTI AMMESSI

Gli interventi ammessi dovranno essere riconducibili ad uno degli ambiti tematici prioritari della S3 2021-2027 e dovranno essere basati su una soluzione innovativa da proporre al mercato, già individuata al momento della
presentazione della domanda di agevolazione, con un chiaro impatto in termini di sostenibilità ed in grado di
contribuire al raggiungimento degli obiettivi dell’agenda 2030;

dovranno prevedere uno o più tra i seguenti interventi:

  • sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti;
  • messa a punto del modello di business;
  • adattamento di prodotti/servizi alle esigenze di potenziali clienti;
  • ingegnerizzazione di prototipi e piani di sviluppo industriale (scale-up);
  • apertura e/o sviluppo di mercati esteri;

dovranno prevedere l’impegno diretto dei soci dell’impresa proponente e/o di un team, dotati di capacità
tecniche e gestionali adeguate, in termini di apporto tecnologico e lavorativo

SPESE AMMISSIBILI

  • Acquisto o locazione/leasing di impianti e macchinari, acquisto e licenze di utilizzo di titoli di
    brevetti e di software (in caso di leasing sarà da considerare solo la quota del bene pagato
    durante il progetto).
  • Affitto/noleggio laboratori ed attrezzature scientifiche
  • Consulenze per sviluppo soluzioni innovative, consulenze per lo sviluppo dell’impresa e del
    suo mercato, collaborazioni a vario titolo, consulenze specialistiche
  • Spese promozionali, per un importo massimo di € 15.000
  • Costi per personale dipendente (max 10% delle voci precedenti)
  • Spese generali pari al 5% delle voci precedenti

Le spese sono ammissibili tra la data di presentazione della domanda e il 31/12/2023

OPERATIVITA’

Procedura di tipo valutativo a graduatoria di merito

SCADENZA

Le domande andranno compilate, validate ed inviate alla Regione entro il 17 febbraio 2023.

RISORSE UTILI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

    * informazione necessaria










    AziendaConsulente

    Avere un preventivo per l'assistenzaAvere maggiori informazioniIscrivermi alla Newsletter

    Informativa privacy


    Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.