Agevolazioni

Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero per Giovani e Donne

E’ stato pubblicato il Decreto Interministeriale che identifica le modalità di funzionamento del bando Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero.

Questa agevolazione mira ad incentivare l’imprenditorialità giovanile e femminile attraverso dei finanziamenti a Tasso Agevolato per la creazione di Micro e Piccole Imprese

SCHEDA DI RIEPILOGO NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

BENEFICIARI

Le agevolazioni sono rivolte alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale.

Le imprese devono:

  • essere costituite da non più di 60 mesi
  • essere Piccole o Micro Imprese
  • essere costituite in forma di societaria
  • avere la compagine societaria composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero da donne;

Possono, altresì, richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire un’impresa purché esse, entro i termini indicati nella comunicazione di ammissione

Non sono ammesse agli aiuti le imprese controllate da soci controllanti imprese che abbiano cessato, nei dodici mesi precedenti la data di presentazione della richiesta, un’attività analoga a quella cui si riferisce la domanda di agevolazione.

INIZIATIVE AMMISSIBILI

  • Produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • Fornitura di servizi a imprese e persone;
  • Commercio di beni e servizi;
  • Turismo;
  • Attività di natura turistico-culturale e attività legate all’innovazione sociale.

Non sono ammissibili le iniziative di intervento inerenti al settore Pesca e inerenti alla produzione primaria di prodotti agricoli ed acquacoltura.

I programmi di investimento devono essere realizzati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

AGEVOLAZIONE (aziende costituite da non piu’ di 36 mesi)

Finanziamento a TASSO ZERO per investimenti fino a 1,5 milioni di euro, di durata massima di 10 anni  e di importo non superiore al 90%  della spesa ammissibile.

Una parte del precedente finanziamento può essere concessa fondo perduto fino ad un massimo del 20% delle sole spese di cui alle lettere b), c) e d).

SPESE AMMISSIBILI (aziende costituite da non piu’ di 36 mesi)

Sono ammissibili tutte le spese necessarie alle finalità del programma di investimento sostenute dall’impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche, con varie percentuali massime a seconda della tipologia:

  1. opere murarie e assimilate, comprese quelle riferibili ad opere di ristrutturazione dell’unità produttiva oggetto di intervento, nel limite del 30% dell’investimento ammissibile;
  2. macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy, purché strettamente necessari all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata, dimensionati alla effettiva produzione ed identificabili singolarmente;
  3. programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, ivi compresi quelli connessi alle tecnologie e alle applicazioni emergenti di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things;
  4. acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso;
  5. consulenze specialistiche, nel limite del 5%  dell’investimento ammissibile;
  6. oneri connessi alla stipula del contratto di finanziamento agevolato e oneri connessi alla costituzione della società.
  7. Capitale circolante, nel limite del 20% delle spese di investimento,  giustificato dal piano di impresa ed utilizzato ai fini del pagamento delle seguenti voci di spesa: 1) materie prime 2) servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa; 3) godimento di beni di terzi.

AGEVOLAZIONE (aziende costituite tra i 36 mesi e i 60 mesi)

Finanziamento a TASSO ZERO per investimenti fino a 3 milioni di euro, di durata massima di 10 anni  e di importo non superiore al 90%  della spesa ammissibile.

Una parte del precedente finanziamento può essere concessa fondo perduto fino ad un massimo del 15% delle sole immobilizzazioni materiali e immateriali di cui alle lettere c) e d).

SPESE AMMISSIBILI  (aziende costituite tra i 36 mesi e i 60 mesi)

Sono ammissibili i programmi di investimento volti alla realizzazione di nuove unità produttive ovvero al consolidamento ed allo sviluppo di attività esistenti attraverso l’ampliamento dell’attività, la diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo.

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di immobilizzazioni materiali e immateriali, come definite dagli articoli 2423 e seguenti del codice civile, necessarie alle finalità del programma, sostenute dall’impresa successivamente alla data di presentazione della domanda e relative a:

  1. limitatamente alle imprese operanti nel settore del turismo, l’acquisto dell’immobile sede dell’attività, nel limite massimo del 40% dell’investimento complessivo ammissibile;
  2. opere murarie e assimilate, comprese quelle riferibili ad opere di ristrutturazione dell’unità produttiva oggetto di intervento, nel limite del 30% dell’investimento complessivo ammissibile;
  3. macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy purché strettamente necessari all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata, dimensionati alla effettiva produzione ed identificabili singolarmente;
  4. programmi informatici, brevetti, licenze e marchi e commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.

Le spese di cui numero 4), sono ammissibili a condizione che: a) siano ammortizzabili; b) siano utilizzate esclusivamente nell’unità produttiva oggetto del programma di investimenti agevolato; c) siano acquistate a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente. d) figurino nell’attivo di bilancio dell’impresa beneficiaria per almeno 3 anni.

GARANZIE RICHIESTE

I finanziamenti non superiori a euro 250.000,00 non sono richieste garanzie.

I finanziamenti di importo superiore a euro 250.000,00 devono essere assistititi da privilegio speciale ove acquisibile nell’ambito degli investimenti agevolati ed in funzione della natura dei beni.

Qualora il programma di investimenti agevolato comprenda anche l’acquisto dell’immobile sede dell’attività, da ipoteca di primo grado sul medesimo immobile.

CUMULABILITA’

Le agevolazioni possono essere cumulate con altri aiuti di Stato, anche de minimis, nei limiti previsti dalla disciplina europea in materia di aiuti di Stato di riferimento.

PROCEDURA OPERATIVA

Le agevolazioni di cui al presente decreto sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello con punteggio minimo di ammissibilità.

Erogazione a Stati Avanzamento Lavori con possibilità di anticipo.

I programmi di investimento devono essere avviati dopo la presentazione della domanda.

Apertura sportello a decorrere dal 19 maggio 2021

-26Giorni -7Ore -55Minuti -55Secondi

RISORSE UTILI

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *