Agevolazioni

Innovazione nel settore turistico

E’ stato pubblicato dalla Regione Veneto un nuovo bando che prevede un contributo a fondo perduto fino al 30% per sostenere investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico.

 

Il contributo ha come finalità quella di promuovere e sostenere progetti nel sistema ricettivo turistico che puntino sull’innovazione e la differenziazione dell’offerta turistica in modo da consentire la rigenerazione e il riposizionamento delle strutture ricettive.

BENEFICIARI BANDO INNOVAZIONE TURISMO

micro, piccole e medie imprese (PMI)

gestiscono e/o sono proprietarie di strutture ricettive, la cui sede operativa, nella quale realizzare il progetto, rientra negli ambiti territoriali dei Comuni ricompresi in destinazioni turistiche a maggior rischio di stagnazione/declino o maggiormente necessitanti di interventi di differenziazione/innovazione di prodotto rispetto alle mutate esigenze della domanda e rispetto ai diretti competitors.

Per ricevere l’elenco dei comuni ammessi compila il modulo qui sotto!

* dati richiesti
Informativa privacy

Dall’elenco sono comunque esclusi i Comuni totalmente montani di cui all’Allegato A) della legge regionale n. 25/2014, anche se aderenti all’OGD, poiché fruiscono dello specifico fondo di investimenti attivato dalla Regione Veneto con le deliberazioni della Giunta regionale n. 1659 e 1660 del 21 ottobre 2016.



AGEVOLAZIONE

Con regime de minimis

30 % a fondo perduto

Investimento minimo 100'000 euro fino a massimo 666'666 euro

Contributo massimo 200'000 euro 

 

Con regime di aiuti compatibili con il mercato

20% a fondo perduto per le micro e piccole imprese

10% per le medie imprese

Investimento minimo 250'000 euro fino a massimo 2'500'000 euro

 

 


INTERVENTI AGEVOLATI

Ai fini del presente bando sono ammissibili al sostegno le seguenti tipologie di operazione:
Interventi sulle strutture ricettive volti a favorire l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera la struttura ricettiva.

Rientrano tra gli interventi ammissibili, a puro titolo di esempio:

  • interventi di ampliamento, ristrutturazione, manutenzione, riconversione e innovazione delle strutture ricettive esistenti, coerenti con le finalità del bando e con le tipologie di intervento sopra descritti
  • interventi riguardanti impianti e strumenti tecnologici connessi all’attività d’impresa e finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti, ivi comprese le dotazioni informatiche hardware e software e l’attivazione o l’implementazione di sistemi di prenotazione elettronica
  • interventi di qualificazione dei requisiti di servizio e di dotazione
  • interventi di riduzione dell’impatto ambientale e/o consumo di risorse (energia/acqua) della struttura
  • interventi finalizzati alla crescita dimensionale delle imprese stesse, accorpamento di attività tra soggetti imprenditoriali, sviluppo di sinergie tra imprese del turismo e altre attività economiche
  • investimenti in ottica di turismo sostenibile
  • realizzazione di aree benessere, piscine, sala congressi, wellness, ecc. complementari alle strutture ammissibili
  • Interventi per migliorare l’accessibilità della struttura alle persone con disabilità.

 


SPESE AMMISSIBILI

Nello specifico, sono ammissibili i costi di investimenti materiali e immateriali rientranti fra le seguenti tipologie:

  • opere edili/murarie e di impiantistica
  • strumenti tecnologici, comprese le dotazioni informatiche hardware e software
  • progettazione, collaudo e direzioni lavori
  • attrezzature, macchinari e arredi funzionali al progetto
  • spese connesse all’ottenimento della/delle certificazioni di qualità, di sicurezza, ambientali o energetica
  • spese relative alla fidejussione bancaria, nel caso di erogazione del sostegno tramite anticipo, spese per la fidejussione, fornite da una banca, da una società di assicurazione o da Consorzi di garanzia collettiva dei fidi (Confidi), purché questi ultimi siano iscritti all’Albo ed Elenco di Vigilanza Intermediari Finanziari
  • diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale.

 

 

 


MODALITA' DI ASSEGNAZIONE

procedura di selezione di tipo valutativo a graduatoria


FONDI DISPONIBILI

12'000'000,00 euro


SCADENZE

BANDO INAIL AGRICOLTURA - SCADENZE18 Gennaio 2017: apertura sportello

12 aprile 2017 ore 17: chiusura sportello


RISORSE UTILI

Per ricevere il bando completo inserisci qui sotto la tua Email!

* dati richiesti
Informativa privacy

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per richiedere ulteriori informazioni o una pre-valutazione compila ora il modulo qui sotto!

 

Richiesta Informazioni
* informazione necessaria


Informativa privacy

 

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *