Agevolazioni

Finanziamenti imprenditoria femminile e giovanile: SELFIEmployment 2021

E’ stato aggiornato il bando Selfiemployment che finanzia a tasso zero l’imprenditoria femminile, l’imprenditoria giovanile e le imprese avviate da disoccupati di lunga data.

SCHEDA FINANZIAMENTI IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE

BENEFICIARI

NEET

Giovani, che alla data della presentazione della domanda, hanno aderito al Programma Garanzia Giovani, e che risultano:

  • essere di età compresa tra i 18 e i 29 anni al momento della registrazione al portale nazionale o regionale del Programma Garanzia Giovani;
  • essere non occupati;
  • non essere inseriti in un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • non essere inseriti in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione a un Albo o Ordine professionale.

Disoccupati di lunga durata

Si definiscono tali ai sensi del presente Avviso coloro i quali, al momento della presentazione della domanda di finanziamento, hanno compiuto 18 anni, e sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • hanno presentato, da almeno 12 mesi, una Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) in una delle forme allo scopo previste dalla normativa di riferimento, vale a dire mediante il portale ANPAL, attraverso un centro per l’impiego o tramite un patronato;
  • non sono titolari di un contratto di lavoro subordinato o di partita IVA attiva ovvero sono lavoratori il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al D.P.R. n. 917/1986;
  • non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società iscritta al registro delle imprese e attiva;

Donne inattive

Si definiscono tali ai sensi del presente Avviso le donne che, al momento della presentazione della domanda di finanziamento, hanno compiuto 18 anni, e che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • non sono titolari di un contratto di lavoro subordinato o di partita IVA attiva, ovvero sono lavoratrici il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al D.P.R. n. 917/1986;
  • non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società iscritta al registro delle imprese e attiva;

AGEVOLAZIONE

Erogazione di finanziamenti

  • fino al 100% delle spese ammissibili
  • tasso zero
  • senza nessuna forma di garanzia reale e/o di firma
  • durata di 7 anni rimborsabile con rate mensili posticipate.

I finanziamenti agevolati sono così ripartiti:

  • Microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5.000 ed i 25.000 euro;
  • Microcredito esteso, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 25.001 ed i 35.000 euro;
  • Piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001 ed i 50.000 euro.

INIZIATIVE AMMISSIBILI

Le domande possono essere presentate dai Proponenti in forma di:

  • Imprese individuali, Società di persone, Società cooperative, Cooperative sociali, Associazioni professionali e Società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda purché inattive;
  • Imprese individuali, Società di persone, Società cooperative, cooperative sociali non ancora costituite, a condizione che si costituiscano entro 90 giorni dall’eventuale Provvedimento di ammissione.

Le forme societarie/associative devono essere costituite da persone fisiche.
Non sono ammesse le iniziative che prevedono il rilevamento ovvero l’affitto di ramo d’azienda di società già esistente, ovvero l’ampliamento della stessa.

  • Per le Società di persone il rappresentante legale deve detenere la maggioranza assoluta delle quote societarie (51%) e rientrare tra i beneficiari di questo bando;
  • Per le Società cooperative e le Cooperative sociali i soci rappresentanti la maggioranza assoluta numerica e di quote di partecipazione della cooperativa, nonché il Presidente della stessa, devono rientrare tra i beneficiari di questo bando;
  • Per le Associazioni professionali e per le Società tra professionisti tutti i componenti devono rientrare tra i beneficiari di questo bando.

ATTIVITA’ FINANZIABILI

Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di “franchising”, quali ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere e artigiane;
  • imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso.

Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono ai settori economici espressamente esclusi dall’articolo 1 del Reg. (UE) 1407/2013.
Sono altresì escluse le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco.

SPESE AMMISSIBILI

Il sostegno finalizzato alla creazione di nuove imprese potrà assumere la forma di investimenti materiali e immateriali nonché di capitale circolante.


Le spese in investimenti materiali e immateriali ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti l’acquisto di:

  • a) beni mobili quali, strumenti, attrezzature e macchinari;
  • b) hardware e software;
  • c) opere murarie, entro il limite del dieci percento (10%) dell’ammontare delle spese di cui alle suddette lettere a) e b);

Le spese in capitale circolante ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti:

  • a) la locazione di beni immobili e canoni di leasing;
  • b) le utenze;
  • c) i servizi informatici, di comunicazione e di promozione;
  • d) i premi assicurativi;
  • e) le materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
  • f) i salari e gli stipendi;
  • g) l’IVA non recuperabile.

È’ possibile ammettere alle agevolazioni beni usati esclusivamente nella forma di autovetture/automezzi strettamente funzionali allo svolgimento delle attività di cui al progetto di investimento, purché forniti da rivenditori autorizzati.

Il periodo di ammissibilità delle spese (data dei titoli di spesa) è compreso tra il giorno successivo a quello di presentazione della domanda (trasmissione on-line) ed entro il diciottesimo mese dalla data di stipula del Contratto di finanziamento (data ultima conclusione programma di spesa).

MODALITA’ OPERATIVE

La domanda deve contenere:
• i dati anagrafici e profilo del Proponente;
• l’indicazione relativa alla eventuale volontà di effettuare il colloquio di valutazione;
• la descrizione dell’idea imprenditoriale;
• l’analisi del mercato di riferimento;
• gli aspetti tecnici relativi alla cantierabilità dell’iniziativa proposta;
• gli aspetti economico-finanziari.

La domanda, qualora presentata da Proponenti che abbiano aderito ai Percorsi di accompagnamento, deve essere corredata, unitamente agli altri allegati richiesti, dal documento attestante l’avvenuta partecipazione
e conclusione del percorso di cui sopra.

VALUTAZIONE DI MERITO

Conclusa positivamente la verifica di accoglibilità la valutazione di merito della domanda viene svolta sui seguenti macro ambiti di valutazione:

  • Idea di impresa e percorso formativo e professionale del Proponente;
  • Cantierabilità dell’iniziativa imprenditoriale;
  • Analisi del mercato di riferimento e posizionamento strategico-commerciale dell’attività proposta;
  • Sostenibilità economico finanziaria del progetto di impresa.

Qualora la domanda sia presentata da Proponenti che abbiano concluso i Percorsi di accompagnamento, è prevista una premialità variabile tra 3, 6 e 9 punti in funzione delle valutazioni espresse dall’Ente erogatore.

COME POSSIAMO AIUTARTI

Oltre che nella presentazione della domanda, possiamo aiutarti a predisporre nel migliore dei modi (l’ammissibilità viene data per merito) i seguenti documenti:

  • Idea di impresa e percorso formativo e professionale del Proponente;
  • Cantierabilità dell’iniziativa imprenditoriale;
  • Analisi del mercato di riferimento e posizionamento strategico-commerciale dell’attività proposta;
  • Sostenibilità economico finanziaria del progetto di impresa.

Possiamo inoltre inserirti in uno dei Percorsi di accompagnamento predisposti dai nostri enti di formazione accreditati.

RISORSE UTILI

Condividi