Agevolazioni

Decreto Ristori e Ristori Bis

Per alleviare i danni provocati a molti settori a causa dei DCPM di restrizione della circolazione e delle attività, il governo ha varato due decreti, il Decreto Ristori e il Decreto Ristori Bis.

Di seguito trovate una sintesi delle principali norme di agevolazione per le imprese o che possono interessare le imprese.

SOMMARIO

DECRETO RISTORI E RISTORI BIS

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

BENEFICIARI

Possono accedere al contributo a fondo perduto le categorie ATECO inserite nell’allegato ai decreti che abbiano questi requisiti:

• partita IVA attiva alla data del 25 ottobre 2020

• svolgono attività prevalente nell’ambito dei settori economici che sono oggetto delle limitazioni previste dai DPCM e più precisamente riguardanti o codici ATECO riportati nell’allegato al decreto

• l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. 

CODICI ATECO

Allegato 1

Allegato 2

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto calcolato applicando i coefficienti riportati negli allegati ai decreti calcolato sulla base del contributo già ottenuto sulla base del precedente Decreto Rilancio.

Per chi invece non ha già usufruito del contributo previsto dal Decreto Rilancio, occorrerà presentare apposita domanda secondo le istruzioni che saranno emanate dall’Agenzia delle Entrate.

In questo caso il contributo a fondo perduto sarà calcolato con le modalità previste dal Decreto Rilancio e più in particolare applicando una percentuale sulla differenza tra il mese di aprile 2020 e 2021 pari a:

• 20% per fatturato annuo non superiori a 400.000 euro;

•15% per fatturato annuo fino a 1.000.0000 euro;

•10% per fatturato annuo superiore a 1.000.000 euro.

Per i soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019 e fino al 24 ottobre 2020, il contributo spetta anche in assenza dei requisiti di fatturato.

CONTRIBUTO MINIMO

Persone fisiche 1000 euro

Altri soggetti 2000 euro

CONTRIBUTO MASSIMO

euro 150.000

ZONE ARANCIONI E ROSSE

Il decreto prevede ulteriori agevolazioni per le attività in zona rossa o arancione.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LE FILIERE DI AGRICOLTURA E PESCA

Sono stanziati 100 milioni di euro per sostenere per un contributo a fondo perduto a favore delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura che hanno subito restrizioni a causa del DPCM 24/10/2020.

Un decreto ministeriale ne disciplinerà beneficiari e modalità di accesso

CREDITO DI IMPOSTA AFFITTI

Viene esteso ai mesi di ottobre, novembre e dicembre del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda previsto dal Decreto Rilancio per le attività indicate nell’allegato al Decreto Ristori.

ESONERO CONTRIBUTI

BENEFICIARI

Datori di lavoro privati (escluso il settore agricolo), che non richiedono i trattamenti di integrazione salariale con causale COVID-19.

AGEVOLAZIONE

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, per un periodo massimo di 4 mesi, fruibili entro il 31 gennaio 2021, nei limiti delle ore di integrazione salariale già fruite nel mese di giugno 2020, con esclusione dei premi e dei contributi dovuti all’Inail, riparametrato e applicato su base mensile.

RISORSE UTILI SUL DECRETO RISTORI

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE AGEVOLAZIONI

Iscriviti alla nostra newsletter compilando il modulo qui sotto!

Informativa privacy
Condividi