Agevolazioni

Decreto Agosto 2020 convertito in legge

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 13/10/2020 con il n. 126 la legge di conversione del cosiddetto Decreto Agosto che contiene molte novità in merito ad agevolazioni ed incentivi per le aziende.

Di seguito trovate una sintesi delle principali norme di agevolazione per le imprese o che possono interessare le imprese.

SOMMARIO

DECRETO AGOSTO 2020 – AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

RIVALUTAZIONE DEI BENI DI IMPRESA E DELLE PARTECIPAZIONI

Il Decreto Agosto prevede la possibilità di rivalutare i beni di impresa e le partecipazioni versando solamente il 3% del maggior valore rivalutato.
Può inoltre essere effettuato l’affrancamento versando La convenienza è ulteriormente data dalla possibilità di ammortizzare i nuovi valori già nella dichiarazione dei redditi 2022 per l’esercizio 2021. Il costo della rivalutazione può essere rateizzato in 3 anni.

BENEFICIARI

Imprese soggette all’imposta sul reddito delle società

AGEVOLAZIONE

Il maggior valore attribuito ai beni in  sede  di  rivalutazione puo’  essere  riconosciuto  ai  fini  delle  imposte  sui  redditi  e dell’imposta  regionale  sulle  attivita’  produttive   a   decorrere dall’esercizio successivo  a  quello  con  riferimento  al  quale  la rivalutazione e’ stata eseguita, mediante il versamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale  sulle attivita’ produttive e di eventuali addizionali nella  misura  del  3% per i beni ammortizzabili e non ammortizzabili.

Il saldo attivo della rivalutazione puo’ essere  affrancato,  in tutto o in  parte,  con  l’applicazione  in  capo  alla  societa’  di un’imposta  sostitutiva  delle  imposte  sui  redditi,   dell’imposta regionale sulle attivita’ produttive e di eventuali addizionali nella misura del 10%

La rivalutazione puo’  essere effettuata distintamente per ciascun bene

FONDO PER LA FILIERA DELLA RISTORAZIONE (Art. 58)

BENEFICIARI

Imprese in  attivita’  alla  data  di entrata in vigore del presente decreto con  codice  ATECO  prevalente 56.10.11, 56.10.12, 56.21.00, 56.29.10, 56.29.20 e, limitatamente alle attivita’ autorizzate alla somministrazione di cibo, 55.10.00

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto per l’acquisto  di  prodotti,  inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari,  anche  DOP  e IGP, valorizzando la  materia  prima  di  territorio

CONDIZIONI

Il  contributo spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020  sia  inferiore  ai  tre  quarti dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi  medi  dei  mesi  da marzo a giugno 2019.

Necessari decreti attuativi del MIPAF

FONDO PER LA PROMOZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI DI QUARTA GAMMA (Art. 58 Bis)

Al fine di sostenere, nel limite di 20 milioni di euro per l’anno 2020 che costituisce tetto di spesa massimo, interventi di promozione della commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli di quarta gamma (si tratta di verdure e prodotti ortofrutticoli freschi che, dopo la raccolta, sono sottoposti a processi tecnologici di minima entità finalizzati a garantirne la sicurezza igienica e la valorizzazione).

Necessario decreto attuativo

MISURE A FAVORE DEL SETTORE VITIVINICOLO, DELLE IMPRESE AGRICOLE, DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA (Art. 58 quater)

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro, dovuti per il periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020.

Finanziamento di misure di sostegno a vini a denominazione di origine e ad indicazione geografica.

Necessario decreto attuativo

IMPRESE DEI CENTRI STORICI (Art. 59)

BENEFICIARI

Soggetti esercenti attivita’ di impresa  di  vendita  di  beni  o  servizi  al pubblico, svolte nelle zone A o equipollenti dei comuni capoluogo  di provincia  o  di  citta’  metropolitana  che abbiano registrato presenze  turistiche  di  cittadini  residenti  in paesi esteri:

    a) per i comuni capoluogo di  provincia,  in  numero  almeno  tre volte superiore a quello dei residenti negli stessi comuni;

    b) per i comuni capoluogo di citta’ metropolitana, in numero pari o superiore a quello dei residenti negli stessi comuni.

AGEVOLAZIONE

L’ammontare  del  contributo  e’  determinato  applicando   una percentuale alla differenza  tra  l’ammontare  del  fatturato  e  dei corrispettivi riferito al mese  di  giugno  2020  e  l’ammontare  del fatturato e dei corrispettivi del corrispondente mese del 2019, nelle seguenti misure:

    a) 15% per  i  soggetti  con  ricavi  o  compensi  non superiori a 400.000 euro nel 2019;

    b) 10% per i soggetti con ricavi o compensi superiori  a 400.000 euro e  fino  a  1.000.000 euro  nel  2019;

    c) 5% per i soggetti con ricavi o compensi  superiori  a 1.000.000 euro nel 2019

Contributo minimo:

  • 1.000 euro per le persone fisiche;
  • 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche. 

Contributo massimo: 150.000 euro

CONDIZIONI

L’ammontare del  fatturato e dei corrispettivi riferito al mese di giugno 2020 sia  inferiore  ai  due  terzi  dell’ammontare  del fatturato e dei corrispettivi realizzati nel corrispondente mese  del 2019.

SOSPENSIONE TEMPORANEA DELL’AMMORTAMENTO DEL COSTO DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI E IMMATERIALI (Art. 60, 7-Bis-7-Quinquies)

E’ prevista la possibilità per i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali di non effettuare fino al 100% degli ammortamenti relativi a immobilizzazioni materiali e immateriali.

INCENTIVI ALLA RICONVERSIONE ELETTRICA DEI VEICOLI (Art. 74 bis)

BENEFICIARI
Chi omologa in Italia entro il 31/12/2021 un veicolo attraverso l’installazione di sistemi di riqualificazione elettrica su veicoli delle categorie internazionali M1, M1G, M2, M2G, M3, M3G, N1 e N1G, immatricolati originariamente con motore termico.

AGEVOLAZIONE
Contributo del 60% del costo di riqualificazione fino ad un massimo di euro 3.500.

Contributo pari al 60% delle spese relative all’imposta di bollo per l’iscrizione al pubblico registro automobilistisco (PRA), all’imposta di bollo e all’imposta provinciale di trascrizione.

BONUS RISTRUTTURAZIONE ALBERGHI 65% (Art. 79)

Con il Decreto Agosto del 2020 è stato rifinanziato con 180.000.000 di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 il bonus ristrutturazione alberghi che prevede un credito di imposta del 65%.

Questa normativa appare particolarmente interessante in quanto agevola molti interventi che non erano ricompresi in precedenti agevolazioni (con le quali peraltro non è compatibile). Alcuni esempi interessanti sono: Installazione di impianti fotovoltaici, realizzazione di impianti elettrici, termici ed idraulici finalizzati alla riduzione del consumo energetico (es. illuminazione led, attrezzature a classe energetica elevata)

BONUS AFFITTI (Art. 77)

Esteso il bonus affitti previsto dal Decreto Rilancio anche a:

  • giugno per la totalità dei soggetti;
  • giugno e luglio per strutture turistico-ricettive con attività solo stagionale.
  • Per le imprese turistico-ricettive, il credito d’imposta spetta fino al 31 dicembre 2020
  • Sono state ricomprese anche le strutture termali

Per le strutture turistico-ricettive, il credito d’imposta relativo all’affitto d’azienda è’ determinato nella misura del 50%.
Qualora in relazione alla medesima struttura turistico-ricettiva siano stipulati due contratti distinti, uno relativo alla locazione dell’immobile e uno relativo all’affitto d’azienda, il credito d’imposta spetta per entrambi i contratti.

RIFINANZIAMENTI DI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

  • Rifinaziata la Nuova Sabatini con 64 milioni di euro per l’anno 2020
  • Nuova edizione del Voucher per l’Innovation Manager con 50 milioni di euro
  • Rifinaziati i Contratti di sviluppo con 500 milioni di euro nel 2020.
  • Rifinanziato il Bonus Pubblicità con ulteriori 25 milioni di euro

CREDITO DI IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI NELLO SPORT

Per il 2020 vengono stanziati 60 milioni di euro per investimenti pubblicitari a favore di leghe e società sportive professionistiche e società e associazioni sportive dielttantistiche.

INCENTIVI PER CHI NON UTILIZZERA’ LA CASSA INTEGRAZIONE

Per le aziende che non richiederanno l’estensione dei trattamenti di CIG verrà loro riconosciuto l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per un massimo di 4 mesi sino al 31/12/2020.

BONUS ASSUNZIONE

Alle imprese che entro il 31/12/2020 incrementeranno il livello occupazionale spetterà un esonero contributivo per 6 mesi sui nuovi assunti. L’assunzione dovrà essere a tempo indeterminato.

SGRAVIO CONTRIBUTIVO PER LE AZIENDE DEL SUD

BENEFICIARI
Aziende del Sud o aziende collocate in particolari aree svantaggiate.

Per tutti i contratti di lavoro nuovi o preesistenti, a tempo determinato o indeterminato.

AGEVOLAZIONE
Sgravio dei contributi previdenziali del 30% dal 1/10/2020 al 31/12/2020

Previa autorizzazione della commissione europea
Sgravio previdenziale del 30% fino al 2025
Sgravio previdenziale del 20% fino al 2027
Sgravio previdenziale del 10% fino al 2029

RISORSE UTILI SUL DECRETO AGOSTO

PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE AGEVOLAZIONI

Iscriviti alla nostra newsletter compilando il modulo qui sotto!

Informativa privacy
Condividi