Agevolazioni

Credito imposta acquisto beni strumentali 2020 (sostituisce il superammortamento)

A decorrere dal 1° gennaio 2020 il superammortamento è stato sostituito con il nuovo credito di imposta per l’acquisto di beni strumentali che non abbiano le caratteristiche dell’Industria 4.0 per i quali è previsto un credito di imposta con aliquote diverse.

SCHEDA DI RIEPILOGO CREDITO IMPOSTA ACQUISTO BENI STRUMENTALI

BENEFICIARI

Tutti i titolari di reddito di impresa, inclusi gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata, gli esercenti di arti e professioni anche in forma associata ed esercenti di arti e professioni che applicano il regime di vantaggio.

AGEVOLAZIONE

Credito di imposta del 6% per investimenti fino a 2 milioni di euro

Per gli investimenti effettuati mediante contratti di locazione finanziaria, si assume il costo sostenuto dal locatore per l’acquisto dei beni.

Il credito d’imposta spettante è utilizzabile esclusivamente in compensazione in cinque quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno successivo a quello di entrata in funzione dei beni

 Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito nonché della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive.

Il credito d’imposta è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili al super ammortamento gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi (l’agevolazione vale anche per i beni acquisiti in leasing attraverso l’aumento “fiscale” dei canoni di locazione.

ESCLUSIONI

Sono esclusi dal super ammortamento i beni immateriali, i beni merce o semilavorati, i materiali di consumo e i beni strumentali con coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%, i fabbricati e costruzioni, ed i beni indicati in nell’allegato 3 della Legge di Bilancio 2015.

ADEMPIMENTI

Le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere l’espresso riferimento alle disposizioni.

Se, entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di effettuazione dell’investimento, i beni agevolati sono ceduti a titolo oneroso o sono destinati a strutture produttive ubicate all’estero, anche se appartenenti allo stesso soggetto, il credito d’imposta è corrispondentemente ridotto escludendo dall’originaria base di calcolo il relativo costo

SCADENZA

Investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione

RISORSE UTILI

Testo della norma (legge di bilancio commi 184 – 197)

Tabella Coefficienti di ammortamento

Norma precedente (super ammortamento)

PER APPROFONDIMENTI

Richiesta Informazioni
* informazione necessaria



Informativa privacy

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *