Calcolo ULA – Unità Lavorative Annue – Foglio Excel

Il Calcolo delle ULA (Unità Lavorative Annue) è fondamentale per la definizione della dimensione di impresa e di conseguenza per la valutazione se l’impresa rientra o meno nella categoria delle PMI.

Spesso le norme di agevolazione sono differenziate per la specifica dimensione (Micro, Piccola; Media, Midcap, Grande) e diventa quindi ancora più importante calcolare questi parametri con precisione.

RIFERIMENTO NORMATIVO CALCOLO ULA

Il riferimento normativo per il calcolo degli ULA (Unità Lavorative Annue è il DM 14/4/2005 che recepisce le norme europee. Più in particolare l’Articolo 2. Punto 5 definisce:

c) per occupati si intendono i dipendenti dell’impresa a tempo determinato o indeterminato, iscritti nel libro matricola dell’impresa e legati all’impresa da forme contrattuali che prevedono il vincolo di dipendenza, fatta eccezione di quelli posti in cassa integrazione straordinaria.

b) il numero degli occupati corrisponde al numero di unità-lavorative-anno (ULA), cioè al numero medio mensile di dipendenti occupati a tempo pieno durante un anno, mentre quelli a tempo parziale e quelli stagionali rappresentano frazioni di ULA. Il periodo da prendere in considerazione è quello cui si riferiscono i dati di cui alla precedente lettera a).

Nel D.M. 18/4/2005 viene poi chiarito:

Con riferimento all’art. 2 comma 5, lettera c), si considerano dipendenti dell’impresa anche i proprietari gestori (imprenditori individuali) ed i soci che svolgono attività regolare nell’impresa e beneficiano di vantaggi finanziari da essa forniti; con riferimento a questi ultimi gli stessi devono percepire un compenso per l’attività svolta diverso da quello di partecipazione agli organi amministrativi della società. Al fine del calcolo in termini di ULA il socio che percepisce tali compensi viene considerato una ULA a meno che il contratto che regola i rapporti tra la società ed
il socio stesso specifichi una durata inferiore all’anno (in tal caso si calcola la frazione di ULA).
Non sono conteggiati gli apprendisti con contratto di apprendistato e le persone con contratto di formazione o con contratto di inserimento. Il calcolo si effettua a livello mensile, considerando un mese l’attività lavorativa prestata per più di 15 giorni solari.

Ai fini del calcolo delle ULA i dipendenti occupati part-time sono conteggiati come frazione di ULA in misura proporzionale al rapporto tra le ore di lavoro previste dal contratto part-time e quelle fissate dal contratto collettivo di riferimento.

Ad esempio, qualora il contratto di riferimento preveda l’effettuazione di 36 ore settimanali e quello part-time di 18, il dipendente viene conteggiato pari a 0,5 ULA per il periodo di lavoro; qualora il contratto di riferimento preveda l’effettuazione di 40 ore settimanali e quello part-time di 28, il dipendente viene conteggiato pari a 0,7 ULA per il periodo di lavoro.
Per quanto riguarda i congedi di maternità, paternità e parentali, regolati dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, gli stessi non devono essere conteggiati.

ESEMPIO CALCOLO ULA

Definizione PMI Come calcolare la dimensione di impresa

FOGLIO EXCEL CALCOLO ULA

Per agevolare le aziende nel calcolo di questo parametro, abbiamo predisposto un foglio di calcolo gratuito che puoi scaricare compilando il modulo che trovi qui sotto.

    * informazione necessaria



    AziendaConsulente

    Informativa privacy


    RISORSE UTILI