Bando Innovazione di Processo – Friuli Venezia Giulia

La Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato un bando che prevede un contributo a fondo perduto fino al 50% alle imprese per la realizzazione di progetti di innovazione di processo e dell’organizzazione.

SCHEDA DI RIEPILOGO
Bando Innovazione di Processo

BENEFICIARI

tutte le imprese di qualsiasi dimensione

Micro, Piccole, Medie e Grandi imprese del settore manifatturiero e terziario, che svolgono attività primaria o secondaria coerente con il progetto presentato.

Le grandi imprese possono essere beneficiarie del contributo, purché realizzino il progetto in collaborazione con PMI nella forma di “progetto congiunto”.

AGEVOLAZIONE

50 percento

Le intensità di contributo sono le seguenti:
– 45% per micro, piccola e media impresa per progetti autonomi
– 50% per micro, piccola e media impresa per progetti congiunti
– 15% per grande impresa per progetti congiunti

Il limite massimo di contributo concedibile a ciascuna impresa è di 750.000,00 euro.

Il limite minimo di spesa ammissibile per progetto per ciascuna impresa è pari ad euro 30.000,00.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono finanziabili progetti finalizzati all’innovazione di processo e/o dell’organizzazione dell’impresa richiedente o di almeno un’impresa partner nell’ambito di un progetto realizzato in collaborazione tra imprese specificatamente attinenti ad almeno una delle aree di specializzazione e coerenti con almeno una delle relative traiettorie di sviluppo della Strategia per la specializzazione intelligente della Regione Friuli Venezia Giulia (S4) indicate nell’Allegato A del Bando.

I progetti possono essere realizzati secondo una delle seguenti modalità:

  • a) in forma autonoma da parte di una singola PMI;
  • b) in forma di “progetto congiunto” cioè in collaborazione effettiva tra imprese indipendenti, di cui nessuna sostiene oltre il 70% e meno del 10% della spesa complessiva e le PMI sostengono almeno il 30% della stessa. Tale modalità consente l’attribuzione di una maggiorazione di intensità di contributo.

I progetti possono avere una durata massima di 18 mesi, prorogabile di 6 mesi alle condizioni previste dal bando e devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda, non oltre 30 giorni dalla comunicazione della concessione del contributo.

SPESE AMMISSIBILI

  • a) personale impiegato nelle attività di innovazione (responsabile del progetto, ricercatori, tecnici/operai), con sede di lavoro sul territorio regionale e operante nella sede in cui viene realizzato il progetto, nella misura in cui è impiegato nello stesso. Le spese del personale sono determinate con modalità semplificata attraverso l’applicazione di tabelle standard di costi unitari, come dettagliato nell’Allegato E;
  • b) strumenti e attrezzature specifici, nuovi di fabbrica, utilizzati per il progetto, acquistati/acquisiti nel periodo di realizzazione dello stesso:
    • 1) nel caso di acquisto, in misura pari al valore dell’ammortamento riferibile al periodo di effettivo utilizzo nell’ambito del progetto, nel limite delle quote fiscali ordinarie di ammortamento oppure, nel caso non siano soggetti ad ammortamento, per l’intero costo;
    • 2) nel caso di acquisizione tramite leasing o noleggio, nel limite delle quote riferite al periodo di realizzazione del progetto;
  • c) consulenze qualificate per attività tecnico-scientifiche di innovazione, studi, progettazione e similari, alle normali condizioni di mercato, affidati attraverso contratto a:
    • 1) enti di ricerca, come definiti all’articolo 2, comma 1, lettera h);
    • 2) altri soggetti esterni all’impresa, indipendenti dalla stessa, in possesso di adeguate e documentate competenze ed esperienze professionali pertinenti alle consulenze commissionate;
  • d) prestazioni e servizi necessari all’attività di innovazione, riferiti al periodo di realizzazione del progetto e acquisiti da soggetti esterni alle normali condizioni di mercato, tra cui l’effettuazione di lavorazioni, test e prove e i servizi in cloud, nonché, fino ad un limite massimo di importo ammissibile pari a euro 2.000,00, le attività di certificazione della spesa di cui all’articolo 20;
  • e) beni immateriali, quali software specialistici, diritti di licenza, brevetti, know-how, utilizzati per il progetto, acquistati/acquisiti nel periodo di realizzazione dello stesso da soggetti esterni indipendenti alle normali condizioni di mercato:
    • 1) nel caso di acquisto, in misura pari al valore dell’ammortamento riferibile al periodo di effettivo utilizzo nell’ambito del progetto, nel limite delle quote fiscali ordinarie di ammortamento oppure, nel caso non siano soggetti ad ammortamento, per l’intero costo;
    • 2) nel caso di leasing, noleggio, licenze annuali o mensili, nel limite delle quote riferite al periodo di realizzazione del progetto;
  • f) materiali, quali materie prime, componenti, semilavorati e loro lavorazioni e materiali di consumo specifico, direttamente imputabili al progetto;
  • g) spese generali supplementari di gestione, derivanti dalla realizzazione del progetto, da calcolarsi con modalità semplificata a tasso forfettario nella misura del 10% dei costi relativi al personale.

SCADENZA

I termini di presentazione delle domande sono i seguenti:
• dalle ore 10.00 del 10 gennaio 2024
• alle ore 16.00 del 29 febbraio 2024.

Procedimento a sportello fino ad esaurimento fondi

I contributi sono concessi entro 120 giorni dalla data di presentazione della domanda.

FONDI DISPONIBILI

14.400.000,00 euro

RISORSE UTILI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiesta informazioni

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.