Bandi PSR/CSR Veneto 2024

Sono stati pubblicati dei nuovi Bandi del PSR/CSR Veneto per il 2024.

Si tratta di oltre 150 milioni di euro a disposizione per lo sviluppo dell’agricoltura veneta.

Di seguito il riepilogo dei principali bandi.

PSR 2014-2022. Intervento 4.2.1. Finanziamento a fondo perduto in sostegno a investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

L’intervento consiste in investimenti materiali nelle imprese agroalimentari per la trasformazione e
commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I al Trattato di Funzionamento della UE, esclusi
i prodotti della pesca.
Gli investimenti sono finalizzati a favorire l’integrazione verticale e orizzontale di filiera; migliorare gli aspetti
tecnologici in funzione di una competitività rivolta al mercato globale; promuovere la qualificazione delle
produzioni; aumentare il valore aggiunto delle produzioni.
I settori produttivi per i quali è previsto l’intervento sono:
▪ Zootecnico (latte vaccino, carni bovine, suine, avicole e uova);
▪ Vinicolo;
▪ Ortofrutticolo (colture comprese nella OCM Ortofrutta e patate);
▪ Grandi colture (mais, frumento, soia, orzo, girasole, tabacco, bietola da zucchero);
▪ Settori minori (olio d’oliva; riso, produzioni di nicchia, cereali e oleoproteginose minori, sementi, piante
da fibra, piante officinali, allevamenti minori, conigli, altre produzioni minori non ricomprese altrimenti).

BENEFICIARI

Imprese agroalimentari che svolgono sia l’attività di trasformazione che di commercializzazione di prodotti
agricoli.

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • a. realizzazione/acquisto, ristrutturazione, ammodernamento di beni immobili per la lavorazione condizionamento, trasformazione, immagazzinamento commercializzazione, di prodotti agricoli;
  • b. acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, software.

SPESE AMMISSIBILI

  • a. Costruzione, acquisto, ammodernamento di immobili per la lavorazione condizionamento, trasformazione, immagazzinamento commercializzazione, di prodotti agricoli: sono ammissibili le spese per le opere edili e l’impiantistica (impianti termoidraulici, elettrici, ecc.) necessaria ad assicurare l’agibilità del bene. Sono ammessi gli interventi rivolti alla realizzazione di spacci aziendali e di punti espositivi direttamente connessi all’attività di vendita di prodotti agricoli provenienti esclusivamente dalla trasformazione effettuata nella propria azienda e/o in aziende associate/collegate (ai sensi DM 18/4/2005). Nel caso di acquisto di immobili e terreni, un tecnico abilitato e terzo tra le parti o un organismo debitamente autorizzato, deve sottoscrivere una perizia asseverata di stima nella quale si conferma che il prezzo d’acquisto non supera il valore di mercato. L’acquisto deve essere funzionale alla realizzazione degli obiettivi del progetto.
  • b. Acquisto di terreni non edificati purché sussista un nesso diretto tra l’acquisto e gli obiettivi dell’operazione cofinanziata nel limite massimo del 10% della spesa ammessa.
  • c. Acquisto di macchine e attrezzature nuove, compresi i mezzi di trasporto specialistici in grado di mantenere la catena del freddo durante il trasporto della materia prima o del prodotto finito.
  • d. Acquisto di hardware e software dedicati ai processi produttivi di trasformazione e commercializzazione dei prodotti.
  • e. Spese generali secondo quanto previsto agli Indirizzi procedurali generali del PSR 2014-2022 ad eccezione dei costi per gli studi di fattibilità

AGEVOLAZIONE

  • 40% della spesa ritenuta ammissibile per le microimprese, come definite nel Reg UE 702/2014, ubicate nelle zone montane;
  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le PMI come definite nel Reg UE 702/2014;
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese intermedie (imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo non supera i 200 milioni di euro)
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 3.000.000,00 euro per soggetto giuridico
beneficiario.

Importo minimo della spesa ammessa a finanziamento per soggetto giuridico beneficiario non può essere
inferiore a:

200.000,00 euro per tutti i settori

20.000,00 euro per investimenti effettuati da microimprese nelle zone montane.

FONDI DISPONIBILI

40.000.000 EURO

SCADENZA

CSR 2023-2027 – Intervento SRD01. Finanziamento a fondo perduto per il sostegno agli investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende agricole.

Il bando ha come obiettivo fornire contributi per potenziare la competitività sui mercati delle aziende agricole e ad accrescere la redditività delle stesse, migliorandone, al contempo, le performance climatico-ambientali. Tali finalità saranno perseguite attraverso la valorizzazione delle strutture aziendali, l’incremento della produttività e l’adeguamento della struttura dei costi e dei ricavi aziendali.

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni del bando: 

  • Imprenditori agricoli singoli o associati,
  • Cooperative agricole di produzione che svolgono attività di coltivazione del terreno e/o allevamento di animali
  • Giovani agricoltori, nel caso in cui presentano domanda a valere sull’Intervento SRE01 e scelgono questo intervento nell’ambito del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani).

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • investimenti strutturali, impianti, attrezzature, hardware e software;
  • spese generali secondo quanto previsto agli Indirizzi procedurali generali ad eccezione dei costi per gli studi di fattibilità.

AGEVOLAZIONE

L’entità dell’agevolazione è così calcolata:

 Investimenti per la trasformazione/commercializzazioneAltri investimenti
Tipologia di beneficiarioZona montanaAltre zoneZona montanaAltre zone
Imprese agricole condotte da giovani agricoltori entro 5 anni dall’insediamento40%40%60%50%
Altre imprese agricole40%40%50%40%

SCADENZA

Sarà possibile presentare domanda entro il 27 aprile 2024. Per i giovani agricoltori che attivano il “Pacchetto Giovani”, la scadenza per la presentazione della domanda è fissata al 28 marzo 2024.

CSR 2023-2027Intervento SRD02 – Azione A. Finanziamento a fondo perduto in sostegno a investimenti per la mitigazione dei cambiamenti climatici.

L’obiettivo del bando è finanziare investimenti per la razionalizzazione dei processi produttivi agricoli che riducano l’emissione di gas climalteranti (metano e protossido di azoto) e di altri agenti inquinanti dell’aria (ammoniaca) e/o aumentino la capacità di sequestro di carbonio nel suolo.

BENEFICIARI

  • Imprenditori agricoli singoli o associati;
  • Cooperative agricole di produzione che svolgono attività di coltivazione del terreno e/o allevamento di animali;
  • Giovani agricoltori che presentano domanda a valere sull’Intervento SRE01 e scelgono questo intervento nell’ambito del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani).

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono considerati ammissibili i costi sostenuti per investimenti strutturali, impianti, attrezzature e le spese generali secondo quanto previsto agli Indirizzi procedurali generali ad eccezione dei costi per gli studi di fattibilità.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un rimborso delle spese ammissibili nella misura dell’80%.

Le soglie minime di spesa ammissibile per operazione sono le seguenti:

  • Spesa ammissibile ordinaria (altre zone): € 20.000
  • Spesa ammissibile zone montane: € 10.000

SCADENZA

Il termine per la presentazione della domanda è fissato al 27 aprile 2024. Per i giovani agricoltori la scadenza è fissata al 28 marzo 2024.

CSR 2023-2027Intervento SRD02 – Azione C. Finanziamento a fondo perduto in sostegno a investimenti irrigui

L’intervento è finalizzato a potenziare le performance climatico-ambientali delle aziende agricole. A tale
scopo, fornisce sostegno ad investimenti, anche innovativi e mirati alla digitalizzazione dei processi, da
realizzare nell’ambito del ciclo produttivo aziendale e che, pur potendo comportare un aumento del valore o
della redditività aziendale, possiedano una chiara e diretta caratterizzazione e connessione con gli obiettivi
specifici della PAC in materia di ambiente e clima e che vadano oltre il mero adeguamento ai corrispondenti
standard in uso e/o alle norme esistenti.

BENEFICIARI

  • a) Imprenditori agricoli singoli o associati,
  • b) Cooperative agricole di produzione che svolgono attività di coltivazione del terreno e/o allevamento di animali
  • Giovani agricoltori che presentano domanda a valere sull’Intervento SRE01 e scelgono questo intervento nell’ambito del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani)

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • 1) Adozione di sistemi, impianti e tecnologie irrigue, finalizzati al risparmio idrico e alla tutela delle falde, che non comportino aumento della superficie irrigata. Gli investimenti devono riguardare esclusivamente i corpi idrici superficiali.
    Sono ammissibili a finanziamento le operazioni che prevedono la realizzazione dei seguenti investimenti:
    • a) riconversione degli impianti di irrigazione esistenti, con passaggio da una classe di efficienza a una superiore (esempio: passaggio da rotolone con irrigatore a lunga gittata senza centralina elettronica a pivot o rainger con calata e dotati di sistema di controllo dei volumi e della velocità di avanzamento);
    • b) ammodernamento degli impianti nell’ambito dei sistemi afferenti alla medesima classe di efficienza (esempio: passaggio da rotolone con irrigatore a lunga gittata senza centralina elettronica a pivot o rainger con calata e senza sistema di controllo dei volumi e della velocità di avanzamento)
    • c) contatori per la misurazione dell’acqua erogata;
  • 2) Realizzazione e miglioramenti di invasi e stoccaggi aziendali finalizzati a incrementare e razionalizzare la disponibilità irrigua stagionale.
    • a) creazione o miglioramento (ampliamento, ristrutturazione e manutenzione straordinaria) di bacini o altre forme di stoccaggio/conservazione (incluse le opere di adduzione e/o distribuzione di pertinenza esclusivamente aziendale) esclusivamente di acque stagionali finalizzate anche a garantirne la disponibilità in periodi caratterizzati da carenze, incluse quelle per la captazione di acqua piovana. La capacità utile massima dei bacini ammissibili è di 50.000 mc per azienda.
  • 3) Spese generali secondo quanto previsto agli Indirizzi procedurali generali a eccezione dei costi per gli studi di fattibilità

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto del:

Imprese agricole condotte da giovani agricoltori entro 5 anni dall’insediamento*

60% ZONA MONTANA 50% ALTRE ZONE

Altre imprese agricole 50% ZONA MONTANA 40% ALTRE ZONE

SCADENZA

Il termine per la presentazione della domanda è il 28 marzo 2024

CSR 2023-2027Intervento SRD02 – Investimenti produttivi agricoli per ambiente, clima e benessere animale – Az. D Benessere animale

L’intervento è finalizzato a potenziare le performance climatico-ambientali delle aziende agricole e il
miglioramento del benessere animale negli allevamenti.

BENEFICIARI

a) Imprenditori agricoli singoli o associati,
b) Cooperative agricole di produzione che svolgono attività di coltivazione del terreno e/o allevamento
di animali

Intervento SRD02 applicato nell’ambito del Pacchetto giovani:

  • Giovani agricoltori che presentano domanda a valere sull’Intervento SRE01 e scelgono questo
    intervento nell’ambito del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani)

INTERVENTI AMMISSIBILI

La presente Azione finanzia in particolare gli investimenti strutturali (realizzazione o ristrutturazione) e in
attrezzature finalizzati al miglioramento del benessere degli animali ed esclusivamente con finalità produttiva
agricola-zootecnica.

  • 1) Impianti automatizzati per il miglioramento del microclima
  • 2) Sistemi per il miglioramento della gestione dell’acqua di abbeveraggio
  • 3) Sistemi e dispositivi per il miglioramento del confort di stabulazione
  • 4) Sistemi per la pulizia/disinfezione automatizzata dell’allevamento (non ammesso per allevamenti suini)
  • 5) Aree di transito/aree tampone/aree non produttive (non ammesso per allevamenti suini)
  • 6) Sistemi ed apprestamenti per l’isolamento degli allevamenti (non ammesso per allevamenti suini)
  • 7) Sistemi ed apprestamenti per la disinfezione/pulizia aree di carico/scarico e mezzi di trasporto (non ammesso per allevamenti suini)
  • 8) Costruzione di fabbricati finalizzati all’allevamento e alle relative produzioni, conformi alle norme in materia di benessere animale
  • 9) Acquisto con ristrutturazione/Ristrutturazione di fabbricati finalizzati all’allevamento e alle relative produzioni, in conformità alle norme in materia di benessere animale.

AGEVOLAZIONE

Contributo a fondo perduto secondo le seguenti aliquote:

Tipologia di beneficiario Zona montana Altre zonezona montanaaltre zone
Imprese agricole condotte da
giovani agricoltori entro 5 anni
dall’insediamento*
60% 50%
Altre imprese agricole 50% 40%

SCADENZA

Il termine per la presentazione della domanda è fissato al 27 aprile 2024. Per i giovani agricoltori la scadenza è fissata al 28 marzo 2024.

CSR 2023-2027Intervento SRD03. Finanziamento a fondo perduto per il sostegno agli investimenti in attività extra-agricole.

Il bando ha come obiettivo fornire contributi per investimenti delle aziende agricole in attività extra-agricole, perseguendo l’obiettivo di concorrere all’incremento del reddito delle famiglie agricole nonché a migliorare l’attrattività delle aree rurali e, allo stesso tempo, contribuendo a contrastare la tendenza allo spopolamento delle stesse. Il sostegno verrà concesso ad attività produttive, turistiche, didattiche e sociali.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono considerati ammissibili i costi sostenuti per:

  • Interventi strutturali su beni immobili, o parti di essi, quali ristrutturazione e ammodernamento tramite manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, di fabbricati e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio. Nell’ambito delle opere ristrutturazione e/o di ammodernamento sono ammissibili:
    – ampliamenti a volume tecnico, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienicosanitari e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente;
    – sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività.
  • Acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature funzionali all’erogazione dell’attività.
  • Acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.
  • Spese generali connesse all’investimento.

Le spese sostenute devono essere correlate alla realizzazione delle seguenti attività:

  • trasformazione di prodotti agricoli e loro lavorazione e commercializzazione in punti vendita aziendali;
  • ospitalità in alloggi agrituristici o spazi aziendali aperti quali agri-campeggi;
  • somministrazione di pasti, spuntini e bevande esclusivamente in malghe;
  • didattica in fattoria didattica;
  • turismo rurale;
  • enoturismo;
  • oleoturismo;
  • agricoltura sociale in fattoria sociale.

AGEVOLAZIONE

L’entità dell’agevolazione è così calcolata:

Investimenti strutturaliInvestimenti dotazionali
Zona montanaAltre zoneZona montanaAltre zone
50%40%45%35%

SCADENZA

Sarà possibile presentare domanda entro il 28 marzo 2024.

CSR 2023-2027. Intervento SRE01. Finanziamento a fondo perduto per l’insediamento di giovani agricoltori

Il bando è finalizzato alla concessione di un sostegno a giovani imprenditori agricoli di età fino a quarantuno anni non compiuti che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda e presentano di un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola.

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni i giovani agricoltori di età maggiore di 18 anni e inferiore a 41 anni, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda.

INTERVENTI AMMISSIBILI

L’intervento finanziato dal bando è l’insediamento in attività agricola, con ruolo imprenditoriale, di giovani agricoltori al fine di favorire il ricambio generazionale in agricoltura ed è parte del “Pacchetto Giovani” assieme a almeno un ulteriore intervento a scelta tra i seguenti:

  • SRD01 – Investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende agricole
  • SRD02  – Investimenti produttivi agricoli per ambiente, clima e benessere animale
  • SRD03 – Investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione in attività non agricole

AGEVOLAZIONE

Contributo forfettario di euro 40.000.

Scadenza

E’ possibile presentare domanda di contributo entro il 28 marzo 2024.

RISORSE UTILI

PER APPROFONDIRE

Richiesta informazioni

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.

2 pensieri su “Bandi PSR/CSR Veneto 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *