efficienza energetica aziende

ATTENZIONE NUOVO BANDO

E’ stato pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione Veneto il nuovo bando per l’incentivazione dell’efficienza energetica delle aziende. Il bando prevede un contributo a fondo perduto del 30% a favore delle aziende venete che realizzeranno interventi di efficientamento energetico.

BENEFICIARI BANDO EFFICIENZA ENERGETICA AZIENDE

Micro, piccole e medie imprese (PMI)

Con l’unità operativa, o le unità operative, in cui realizza il progetto in Veneto

Viene data priorità alle aziende con il “rating di legalità”

Che rispondano agli ulteriori requisiti di bando



AGEVOLAZIONE

efficienza energetica aziende

 30% a fondo perduto sulle spese ammissibili

Contributo minimo 24.000 euro

Contributo massimo 150.000 euro

Intervento minimo  80.000 euro

 

 


INTERVENTI AGEVOLATI

I progetti ammissibili devono articolasi in 3 fasi:

Fase 1: valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo

Fase 2: elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti

Fase 3: valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti

I progetti ammissibili possono riguardare:

  • aumento dell’efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti nell’unità operativa oggetto dell’intervento attraverso:
    • installazione di impianti produttivi ad alta efficienza, di sistemi e componenti (quali ad esempio sostituzione di motori elettrici, installazione di inverter, rifasamento, sostituzione di gruppi di continuità, sistemi di controllo) in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi (con particolare riferimento ai settori “Energy intensive”, al settore commerciale e al settore turistico), nonché utilizzo di energia recuperata dai cicli produttivi;
    • interventi definiti di tipo “soft” (quali, ad esempio, l’installazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici e simili): possono essere effettuati soltanto con la realizzazione conseguente di interventi cosiddetti di tipo “hard” (quali ad esempio la riconfigurazione/sostituzione di macchinari, l’inserimento di nuovi filtri/motori e simili).
    • interventi diretti all'efficientamento energetico negli edifici delle unità operative (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi);
    •  installazione di impianti di produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili destinata a essere utilizzata per lo svolgimento dell’attività dell'impresa nell’unità operativa oggetto dell’intervento.
    • installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento di cui al decreto legislativo 8 febbraio 2007, n. 20, come integrato dal D.M. 4 agosto 2011 la cui produzione di energia è destinata all'autoconsumo in processi di lavorazioni industriali.

 

Il progetto è ammissibile quando il beneficiario seleziona tra le opportunità di risparmio energetico individuate dalla diagnosi energetica ante intervento di cui al comma 5.2, lett. a), Fase 1, interventi che comportino complessivamente un risparmio maggiore o uguale al 9% del fabbisogno annuo di energia ante intervento, espresso in kWh

 

Il progetto ammesso all'agevolazione deve essere concluso e operativo entro il termine perentorio del 14 Dicembre 2018.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • fornitura, installazione e adeguamento di impianti produttivi e macchinari a elevata efficienza energetica
  • fornitura e installazione di hardware e software necessari al funzionamento degli impianti e dei macchinari di cui al precedente punto
  • opere edili e impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto, comprese le relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo nel limite del 70% del totale dei costi ammissibili a contributo. Tra le spese di cui al presente punto rientrano quelle per la fornitura e l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo (impianti solari fotovoltaici, solari termici, biomasse, ecc.) nonché le spese per la fornitura e l'installazione di impianti di cogenerazione per uso industriale.
    Le spese di progettazione,Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, incluse nei costi di cui alla presente, sono ammissibili nel limite massimo di euro 10.000,00 (diecimila/00)
  • spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento, nel limite massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00) ciascuna. Dette spese non sono ammissibili se sostenute dalle PMI energivore
  • spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da ACCREDIA o da corrispondenti organismi esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001 nel limite massimo di euro 10.000,00 (diecimila/00);
  • spesa sostenuta per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, purché relative alla fideiussione di cui al presente bando

CUMULABILITA'

Contributo concesso in regime di "de minimis"

E' prevista la cumulabilità con altri aiuti di stato nei limiti previsti dall'art. 5 Reg. (UE) n. 1407/2013


SCADENZE

BANDO INAIL AGRICOLTURA - SCADENZE

Apertura ore 10.00 del giorno 2 Novembre 2017

Chiusura ore 18.00 del 9 Gennaio 2018

Procedura valutativa a graduatoria sulla base dell’economicità della proposta progettuale, data dal rapporto tra risparmio energetico conseguibile e costo del progetto

 


CRITICITA'

Si tratta certamente di un bando molto interessante vista l'entità del fondo perduto previsto. Allo stesso tempo però questo bando presenta alcune rilevanti criticità:

1) Assegnazione dei fondi in base alla qualità tecnica della soluzione

2) Complessità tecnica per la formulazione della proposta

LA NOSTRA SOLUZIONE

Proprio in virtù di queste criticità abbiamo elaborato una nostra proposta di consulenza che racchiude in se la soluzione a tutte queste criticità:

1) Siamo in grado di elaborare proposte tecnologiche ai massimi livelli

2) Siamo in grado, se richiesto, di mettere in opera le proposte tecniche previste

3) Siamo in grado di assistere l'azienda nella presentazione del bando con specialisti di settore

Il tutto con un unico referente! (indispensabile per rimanere all'interno delle tempistiche previste)


RISORSE UTILI

Per scaricare il bando completo compila ora il modulo qui sotto!

 

* dati richiesti
Informativa privacy

 


ULTERIORI INFORMAZIONI

Per richiedere ulteriori informazioni o una pre-valutazione compila ora il modulo qui sotto!

 

Richiesta Informazioni
* informazione necessaria
Informativa privacy

 

Scheda di riepilogo sintetica senza carattere di ufficialità ed esaustività con obiettivo di informazione generale. Per approfondimenti occorre fare esclusivo riferimento al bando e alla normativa ufficiale.

Condividi

Comments

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.