Finanziamenti europeiSpesso mi trovo a discutere con i miei clienti sulla validità e l’utilità del servizio di monitoraggio. Bene colgo l’occasione per fare un esempio specifico e concreto che credo sia il modo più facile per capire bene di cosa stiamo parlando.

Occorre innanzitutto fare una premessa: il mondo delle agevolazioni è un mondo in rapido movimento (aprono e chiudono bandi in continuazione) e, benché le linee generali siano abbastanza note, c’è una certa imprevedibilità sull’argomento specifico delle agevolazioni.

Ma proseguiamo con l’esempio:

Prendiamo una PMI di Padova con queste caratteristiche

  • che usi anche il web per la pubblicità (quindi che sia un minimo moderna)
  • che abbia fatto almeno una fiera internazionale (quindi che abbia capito che oggi lo sbocco internazionale è necessari)
  • che sia attenta alla questione energetica (quindi che sia un minimo occulata nella gestione)

Bene, diciamo che almeno l’80% delle aziende ha tutte tre queste caratteristiche e il 99% ne ha almeno una.

Ora vi riporto di seguito cosa avrebbe potuto ottenere di agevolazioni tra il 18/11/14 e il 12/12/14:

  • Bando per l’innovazione tecnologia PMI – agevolazione al 50% sulle SPESE relative allo sviluppo del WEB, strumenti ICT, pubblicità e promozione on-line. Contributo massimo 5000,00 euro. Apertura Bando 18/11/14 (fondi esauriti in 30 minuti)
  • Contributo 50% relativo a audit o strumenti per l’efficientamento energetico. Contributo massimo 2000,00 euro – Apertura Bando 10/12/14
  • Incentivo alla partecipazione a fiere internazionali. Contributo massimo 1000,00 euro. Apertura Bando 12/12/14

Una caratteristica particolare di questi bandi è che hanno avuto periodi di pubblicazione e pubblicizzazioni inferiori ai 30 giorni!

Si hai capito bene, da quando è stato pubblicato il bando a quando sono state aperte le presentazioni delle domande sono trascorsi meno di 30 giorni.

Ora so già che stai gridando al complotto, che hai il sospetto che questi fondi siano pilotati, che penserai che così questi fondi sono andati sempre ai soliti noti. Sei naturalmente libero di pensarlo. Ma non ti serve a nulla!

soldibruciatiVedila sotto un’altra prospettiva: i fondi NON sono sufficienti per tutti e quindi (bello o brutto che sia) uno dei criteri di selezione è basato su chi è più attento a queste cose ed è attrezzato per monitorare l’uscita dei bandi.

Se stai pensando di incaricare qualcuno nella tua azienda per controllare questa cosa ho una brutta notizia per te: in questo caso ti ho fatto vedere un caso molto particolare dove tutti i bandi che sono usciti sono della CCIIAA di Padova, ma di solito non va così. Gli enti da monitorare sono molti le normative agevolative sono in Italia circa 600.

Se avessi avuto il nostro servizio di monitoraggio (che ti costa sicuramente meno che mettere lì una persona a controllare e con un risultato nettamente superiore) avresti in questi ultimi giorni (se la tua azienda ha la sede a Padova) comodamente recuperato 8000,00 euro senza fare nulla di particolare.

Questo è stato un caso eclatante ma non credere che sia l’eccezione!

Quindi contattami subito se non vuoi più perdere soldi in questo modo!

Ricontattami
* dato obbligatorio
Informativa privacy
Condividi

Comments

comments


Leave a Reply

Your email address will not be published.